mercoledì 12 settembre 2012

Cresc' tajat con sugo di fagioli e salsiccia

Non lasciatevi impressionare dal nome di questa ricetta, un po' difficile da pronunciare, ma molto semplice da realizzare. Le cresc' tajat sono un piatto tipico della regione Marche e assomigliano moltissimo ai maltagliati con la differenza che vengono preparati con farina di frumento e farina di mais. Grazie alla consistenza della polenta non si ottiene una sfoglia normale, ma una che assomiglia ad un crescia, da qui il nome crescia tagliata o cresc' tajat.
Nella "Cena del contadino", che porta la data del 1866, Pasqualon (poeta dialettale pesarese) ci presenta questo piatto, dove i soggetti sono la polenta, le cresc' tajat con i fagioli e "il pane sotto" che hanno il compito di riempire la pancia:
                                          Malè i trova prepared
                                          o polenta o cresc'taied
                                          do fagioi sa un po' d'pen sotta
                                          fin c'la panza l'a 'n borbotta.
                                          Do scorpegn, do rapaster
                                          pur ch's'arempa giò i budei".

Indubbiamente non è stato mai considerato un piatto delle grandi occasioni, al pari dei vincisgrassi, dei cappelletti o dei passatelli ma ha sempre occupato un posto d'onore nelle nostre cucine grazie alla sua semplicità e genuinità. Associo ben volentieri questo piatto al ricordo del sugo che sobbolle lentamente sulla stufa a legna e mia nonna che intride le farine sulla spianatoia della vecchia madia. Con quella abilità, acquisita con l'esperienza, stende le piccole ma erte e ruvide sfoglie che velocemente taglia in grossolane losanghe. Ricordo ancora il profumo della farina di mais che si mescola con quello del sugo: fuori piove, ma la cosa non c'interessa. Siamo tutti seduti a tavola, in attesa di pranzare e contemporaneamente il nostro sguardo viene rapito da vassoio traboccante di cresc'tajat che la nonna ha cotto in abbondante acqua e condito con il suo sugo di fagioli. La nostra bocca già assapora tanta delizia e il nostro cuore  si riempe di felicità: un altro giorno trascorso insieme.

                                                               Ingredienti per le cresc'tajat

                                                               gr. 250 di farina 00
                                                               gr. 150 di farina di mais per polenta
                                                               acqua tiepida
                                                               sale

                                                               Per il sugo

                                                               fagioli borlotti lessati
                                                               salsiccia
                                                               olio
                                                               passata di pomodoro
                                                               sale e pepe
                                                               cipolla e prezzemolo

Esistono tante varianti per ottenere le cresc'tajat ed una di queste prevede l'utilizzo di polenta già cotta, quindi si può considerare un piatto ingegnoso ed utile per il recupero degli avanzi di polenta.
La ricetta che vi propongo viene invece realizzata con la semplice ma famosa polvere d'oro: la farina di mais                                                            

                                                             
Disponiamo e misceliamo sulla spianatoia di legno le due farine: quella di frumento e quella di mais, formiamo un cratere e all'interno versiamo un pizzico di sale e l'acqua tiepida, tanto quanto ne serve per ottenere un impasto morbido, che lasceremo riposare per mezz'ora. Con l'aiuto di un matterello stendiamo la sfoglia, o le piccole sfoglie spesse qualche millimetro e lasciamole leggermente asciugare. Con un coltello tracciamo righe parallele e trasversali formando dei piccoli rombi ottenendo le nostre cresc'tajat.

                                                                                                                      
Ora passiamo al sugo con i fagioli e la salsiccia, anche se vi assicuro che questo tipo di pasta può benissimo "sposarsi" con qualsiasi tipo di condimento: con il guanciale, con semplice sugo di pomodoro, con i funghi, con il pesce. Per il sugo versiamo l'olio in una padella, facciamo dorare la cipolla tritata, uniamo la salsiccia di maiale sbriciolata e lasciamo cuocere lentamente per qualche minuto. Aggiungiamo i fagioli borlotti lessati, il prezzemolo tritato, sale, pepe ed infine il passato di pomodoro. La cottura dovrà avvenire a fuoco lento per circa mezz'ora. Ed ecco il nostro condimento è pronto!


  Cuociamo le cresc'tajat in abbondante acqua salata per qualche minuto, avendo l'accortezza di girarle,onde evitare che si attacchino. Scoliamo e condiamo con il sugo preparato in precedenza.


Non ci resta che mescolare delicatamente, decidere se aggiungere il parmigiano grattuggiato e il piatto dei ricordi è già in tavola. Buon appetito!            


Con questa ricetta tipica della cucina tradizionale marchigiana partecipo al contest ideato dal Blog La cultura del frumento
                                                                                                     
                                                           

16 commenti:

  1. E' una vera meraviglia questa pasta!!!
    Buona notte.

    RispondiElimina
  2. Ricetta succulenta e sostanziosa, perfetta per la stagione che è in arrivo. Sai, non ricordo se in Friuli o Trentino fanno una cosa molto simile e la condiscono con ragù di salsiccia ed è uno dei piatti poveri dei contadini di un tempo, oggi diventata una ricetta di locali alla moda. A presto Paola

    RispondiElimina
  3. Che buon piatto!! Ideale per l'autunno!!!
    Anche io faccio questo tipo di pasta ma di sola semola!!
    Questa tua variante mi ispira moltissimo!!!
    Mi unisco con grande piacere ai tuoi lettori e ti seguo!!!
    Un abbraccio Carmen

    RispondiElimina
  4. Diamine, mi sembrano davvero mooooolto buone! complimenti!

    RispondiElimina
  5. devono essere buonissime... mi hai fatto venire voglia di venire nelle marche per provarle!!

    RispondiElimina
  6. un piatto bello corposo!!!ottimo per una di quelle sere fredde invernali

    RispondiElimina
  7. buoni, questa sera li mangerei molto volentieri visto che qui fa freschino e sta piovendo, un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  8. dal nome non avevo di certo capito di cosa si trattasse, ma vedendo il post, ho capito che è una favolosa pasta e fagioli, in bocca al lupo per il contest, baci

    RispondiElimina
  9. Ciao,

    Vogliamo presentarLe il sito Ricercadiricette.it, dove gli utenti possono cercare tra oltre 62000 ricette che appartengono a siti web e blog in italiano specializzati in ricette di cucina. Inoltre abbiamo creato il Top blogs di ricette, dove può trovare tutti i blog che ci sono già aggiunti, e dove Lei può anche aggiungere il Suo. Noi indicizziamo le sue ricette e gli utenti le potranno trovare usando il nostro motore di ricerca. E non deve preoccuparsi di nient’altro poiché tutto in Ricercadiricette.it è gratuito!

    Ricercadiricette.it ha diversi siti fratelli in Svezia, Spagna, Francia, Germania, Stati Uniti e in tanti altri paesi. Vuole diventare un membro di questa grande famiglia?

    Siamo a Sua disposizione!
    Andreu
    info@ricercadiricette.it

    RispondiElimina
  10. Che piatto appetitoso, è il periodo giusto per gustarlo, inoltre adoro i fagioli e la tua ricetta è a dir poco squisita! Ciao

    RispondiElimina
  11. Piatto molto appetitoso!! complimenti un abbraccio, a domani, Cinzia

    RispondiElimina
  12. un piatto ricco di sapore e tradizione.. buonissimo!

    RispondiElimina
  13. nelle Marche siamo troppo bravi ^_^ sono felice di leggere queste ricette tradizionali e buonissime !!!

    RispondiElimina
  14. Ti ho scoperta per caso! Complimenti per la vincita e per il blog

    RispondiElimina
  15. Siamo felici di comunicarle la vincita del Contest Le Paste Regionali.

    La preghiamo di prendere visione del post dei vincitori sul nostro blog e inviarci i suoi dati al fine di poterle spedire il premio.

    Complimenti!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...